mercoledì 18 gennaio 2012

MINI ARANCINE PALERMITANE (ARANCINETTE)

MINI ARANCINE PALERMITANE (ARANCINETTE)
Dalle nostre parti l'arancina è sacra,il vero palermitano (Panormitanus Affamatus)  la mattina non fa colazione con latte e caffè,va al bar prima d'iniziare la sua giornata e ordina un'arancina appena uscita dalla friggitrice ripiena di carne o al burro,tanto per mantenersi leggeri :).
Marco (mio marito)e tutti gli uomini della famiglia ne sanno qualcosa.....ora i tempi sono cambiati (le "panze" sono cambiate NdMarco) e hanno scoperto i cornetti,lo yogurt e le fette biscottate.
Ma l'arancina resta sempre la regina della rosticceria palermitana, che inebria narici e scalda il palato e perche' no? anche il cuore...

L'evoluzione alimentare, il lavoro, hanno, di fatto, generato  le arancinette: "figlie" dei tempi light, sofisticatemente più piccole e falsamente "piu' leggere",concepite in una veste di riscatto falsatamente borghese che grida quasi sottovoce: "Amuni' tastami! un ti fazzo niente... (dai mangia "non ti faccio niente":sono leggera)", tanto da spogliarsi da quell'etichetta di piatto unico "on the road" della nota collega "Arancina" ed essere comunque presentata innocuamente per prima, come antipasto.

Di solito quindi,vengono offerte come antipasto caldo prima di mangiare la pizza, nel pollo alla brace d'asporto come "contorno" o semplicemente come stuzzichino.
Finisce poi che ne mangi una e subito devi mangiarne un'altra (come le ciliegie) rigorosamente "a tradimento" da far rimpiangere L'ARANCINA quella con la A maiuscola, maschia e popolare.

Marco & Barbara

Ingredienti:
500g di riso per sformati

Ripieno:
300g di macinato di vitello
cipolla
sedano
carota
passata di pomodoro
foglie di alloro
una tazzina di vino bianco
sale e pepe q.b.
olio d'oliva extravergine
pecorino grattugiato
Per la panatura:
farina
acqua 
sale
pan grattato

olio per friggere

Preparazione:

Per prima cosa portate a bollore l'acqua salata in una pentola,versate il riso e lasciate cucinare.

Preparate il ragù:fate il soffritto di carote,cipolla e sedano...versate il macinato lasciate sfumare il vino,aggiungete la passata e le foglie di alloro,condite con sale e zucchero e coprite con un coperchio e lasciate cucinare fuoco dolce,dovrà essere un ragù molto denso.Una volta pronto lasciate riposare.

Dopo aver scolato il riso fatelo raffreddare,unitelo al ragù e mescolate bene il tutto,aggiungete abbondante pecorino e pepe amalgamate il tutto.

Preparate 2 ciotole,in una metterete della farina acqua e sale dovrà risultare una pastella densa,nell'altra andrete a mettere il pan grattato.

Formate delle palline (non fate come me che per motivi di tempo le ho fatte grandi),passatele prima nella pastella e poi nel pan grattato.

In una pentola bassa versate abbondante olio,quando sarà caldo adagiate le arancinette,lasciatele dorare da tutti i lati,fate raffreddare su della carta assorbente e servite ancora calde.







27 commenti:

  1. Buonissime , mia figlia ne è ghiotta.

    RispondiElimina
  2. Mamma che buone Mamma che buone Mamma che buoneeeeeeeeeeeeeee!!!!!!! Le adoro ma non le ho mai fatte! Sempre mangiate fatte dalla mamma o dalle amiche! Devo cimentarmi al più presto!!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. ciao, passo ad invitarti al mio contest a premi che ha come tema i legumi. Mi farebbe piacere la tua partecipazione se ti va. Ti lascio il regolamento e sono a tua disposizione per qualsiasi cosa:) Un abbraccio. Martina.
    Legami e Legumi

    RispondiElimina
  4. Non le ho mai fatte ma questa volta non mi scappano. Sembrano facili. Bravissima

    RispondiElimina
  5. che buoneeeee!!! è davvero il caso di dire che una tira l'altra! ;)

    RispondiElimina
  6. li mangio spesso quando vado in sicilia dai parenti,ma non li ho mai cucinati.da provare.ciao

    RispondiElimina
  7. Conoscevo l'altra versione quella di Camilleri, ma anche la vostra è golosissima! una tira l'altra! Laura

    RispondiElimina
  8. adoro le arancine sono spettacolariiiii

    RispondiElimina
  9. Altro che cappuccino e cornetto!!!Meglio un'arancina!!!.....e dato che sono piccoline meglio due,tre.
    Bravissima!!!

    RispondiElimina
  10. AGGIUNGIAMONE ALTRE DUE, TRE, QUATTRO... Alla cucina siciliana non rinuncio!!

    RispondiElimina
  11. Son troppo buoni!!!! baci .-)

    RispondiElimina
  12. letizie:hai ragione sono buonissime:)

    Mary:tua figlia è una buona forchetta:)

    Kiara:sono contenta che ti piacciano,sele fai fammi sapere

    clamilla:partecipo con molto piacere:)

    Meris:è proprio cosi le arancinette sono facile da fare

    Glo83:si si buonissime!!!

    Simona:sono contenta!provale e fammi sapere:)

    Matematicaincucina:grazie!!

    Giovanna:siamo di più:)

    Mariabianca:e si meglio un'arancina:)

    elly:sono contenta che ti piaccia la nostra cucina,e ancora di più perchè ti sei unita a noi:)

    RispondiElimina
  13. Claudia:sono contenta che ti piacciono:)

    RispondiElimina
  14. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  15. li proverò sicuramente!le adoroooooo

    RispondiElimina
  16. Bellissime piccoline! Le prepareró come antipasto, anche se so già che mi pentiró di non avere la versione gigante! Buona serata.

    RispondiElimina
  17. I sognatori di Cucina e nuvole:hai ragione:)

    Le Ricette di Tina:fammi sapere se le fai

    NadirAmal:gazie!

    L'angolo cottura di Babi:piccoline sono carine,ottime come antipasto

    RispondiElimina
  18. Adoro gli arancini.... Quest'estata in vacanza a Lampedusa ne ho mangiati tantissimi.. Grazie per la ricetta proverò a farli perchè quì in Piemonte è molto difficile trovarne di buoni

    RispondiElimina
  19. quanto mi piacciono... è che ogni volta che li conmpro qui, a milano, resto delusa...
    mi accontento di rifarmi gli occhi qui!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  20. io li adoro.....sono troppo buoni........me ne passi un paio???????????

    RispondiElimina
  21. arancini, arancinetti, arancinotti: voi siete palermitani affamatus.
    La prozia di mia mamma, santa donnna ch emi ha allevato, ha sempre sostenuto che anche una suola fritta è buona.
    Da piccola ero perplessa: chi mai si mangia le suole fritte?
    col tempo ho capito: e la parola "fritto" è entrata a far parte del mio DNA culinario.
    In sintesi: molla 'ste arancinette che io me le farei tranquillamente a colazione senza alcun senso di colpa!!!
    bevendoci pure dietro il mio cappuccino, rigorosamente spolverato di cannella, of course.

    RispondiElimina
  22. oddio le arancine.. fantastiche!spettacolari.. !complimenti..

    RispondiElimina
  23. Ti sono venute splendidamente!!!! Bravissima davvero!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...