martedì 25 ottobre 2011

LA MARTORANA

LA MARTORANA

Il 2 di novembre a Palermo festeggiamo la "Festa dei Morti",i morti hanno un rituale antico che si tramanda di generazione in generazione nelle famiglie della città.
I principali attori di questa festa sono i bambini i quali la mattina del 2 di novembre si alzano con il solo pensiero di cercare in casa dei doni che i morti(cari defunti)hanno fatto loro dono,un modo per sentire sempre vicini i propri cari sdrammatizzando ed esorcizzando la morte.

Personalmente ricordo che quando ero piccola il mio primo pensiero era quello di cercare sotto il letto e trovavo sempre giocattoli e un cestino di dolci vari:frutta martornana,i tetù,frutta secca,taralli...che grande gioia provavo,per non parlare della pupa di zucchero rimanevo ore a osservarla perchè affascinata dai colori e da quel personaggio fatto di solo zucchero.
Ricordo anche che la mattina presto mio nonno ci portava le "muffolette"del pane morbido schiacciato e con poca mollica,era già "consato" con olio d'oliva,acciughe,origano,sale....che nostalgia di quegli anni,sarebbe bello se certe tradizioni si tramandassero con la stessa intensità e lo stesso entusiasmo.

Ora vi presento la Martorana,il dolce in assoluto più tipico della festa, fatti di pasta di mandorle realizzati con delle formine di gesso a forma di frutta e verdura e dipinti a mano con colori vegetali. 

Ricetta per la pasta di mandorla:
1 kg di farina di mandorle
1 di zucchero a velo o semolato
1 fiala di aroma di mandorle
2 cucchiaini di glucosio
1 bustina di vanillina
250 ml di acqua.

Preparazione:
In una pentola versate lo zucchero, l'acqua,il glucosio e a fuoco basso mescolare,quando lo zucchero si sarà sciolto togliere dal fuoco e unire la farina,l'aroma di mandorle la vanillina e mescolate velocemente.

Quando il composto sarà ben amalgamato e si staccherà dalle pareti della pentola,trasferire l'impasto su un piano e con le mani impastate fino ad ottenere una pasta liscia. 


Formate un panetto e avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare per qualche oretta in un posto fresco prima dell'ulitizzo.






28 commenti:

  1. Si anche dalle parti mie si festeggia i morti. caspita che bravi che siete , sembrano vere!

    RispondiElimina
  2. Quanto mi piacciono quei dolcetti! Devo indagare se a Cuneo c'è qualche pasticceria sicula... :) Buon martedì

    RispondiElimina
  3. Li vedo sempre nelle feste nella bancarella dei siliani:sono buonissimi!

    RispondiElimina
  4. Ti confesso che non le mangio perchè le trovo troppo dolci ma adoro guardarle.....sono meravigliose................................

    RispondiElimina
  5. andrea impazzirebbe...meglio non fargliele vedere...hahah

    RispondiElimina
  6. mamma mia che buonaaa..vorrei tanto provarci mi piacciono un sacco..complimentissimi di cuore per questa fantastica ricetta!un abbraccio

    RispondiElimina
  7. oltre che buona è esteticamente stupenda questa frutta :)
    evviva le tradizioni!!!

    RispondiElimina
  8. Mary: grazie!!

    cielomiomarito:buoni vero?fammi sapere se riesci a trovarla:)

    Nani e Lolly:e si dove c'è la martorana li c'è un palermitano:)

    stefy:t'invito a managiare quella che si fa a casa,è meno dolce...purtroppo non per fare cattiva pubblicità ma in molte pasticcerie mettono più zucchero che mandorla,prova e vedrai la differenza:)

    CONTROTUTTI:e si anche da noi va a ruba:)

    Le Ricette di Tina:grazie tina!!!

    Betty:grazie anche io confermo evviva le tradizioni!!!

    RispondiElimina
  9. che meraviglia!!!!e' simpatica anche la vostra tradizione!che ricetta fantastica!

    RispondiElimina
  10. anche io la faccio, e tutta a mano, senza neanche una formina, na fatica!!!! spero di farla quest'anno

    RispondiElimina
  11. Che meraviglia!!!!E' perfetta....se ho capito bene leggendo un altro tuo post,se a questo impasto aggiungi gli albumi lo uso per fare i pasticcini di mandorla. E' vero?
    Bravissima,un bacio.

    RispondiElimina
  12. frogghina:grazie!!!

    NadirAmal:brava,io preferisco aiutarmi con le formine anche per fare prima visto che quando la preparo ne faccio circa 8 kg:)

    Mariabianca:Grazie!!si aggiungo allo stesso quantitativo un albume e un po di liquore

    RispondiElimina
  13. anch'io li vedo sempre sui banchetti dei dolci siciliani ma non sapevo che si preparassero in questa occasione....sono bellissimi da vedere bravi

    RispondiElimina
  14. ciaoooo!!! Dalle mie parti non c'è la tradizione della martorana per i Morti ed è per quello che si trova solo nelle pasticcerie ed io non ho mai provato a farla!!!
    Bacioniiii

    RispondiElimina
  15. da noi non si usa :) è qualcosa che non conosco e non ho mai fatto, è una bella tradizione comunque!

    RispondiElimina
  16. che spettacolo e che bontà.....

    RispondiElimina
  17. Buonissimi! Ho ancora in bocca il sapore della pasta di mandorle assaggiata in Sicilia! Vi invidio tante cose buone! Buon fine settimana, laura

    RispondiElimina
  18. non sembra tanto bella a vedersi, ovvero ne ho vista di meglio.

    RispondiElimina
  19. WOW! è davvero bella! Non è vero che non sembra tanto bella a vedersi, il contrario! Poi comunque conta il gusto, l'occhio certo deve avere la sua parte ma non mi sembra che in questo caso non l'abbia! ;-) Complimenti

    RispondiElimina
  20. grazia in cucina: Grazie!!!

    Luna:se la fai poi fammi sapere,buona domenica!!

    vickyart:anche a me piace come tradizione:)

    sabrinalivia:sono contenta che ti piaccia!!e grazie per esserti unita ai miei lettori:)

    matematicaecucina:è proprio buona la pasta di mandorla,grazie!!!

    RispondiElimina
  21. roberto da messina30 ott 2011, 08:33:00

    grande riuscita...fatta artigianalmente ti è venuta così???? davvero brava...ti invito ad un colloquio per entrare a far parte del mio laboratorio di dolci,siamo conosciuti in tutta la sicilia e non solo...se sei interessata ne possiamo parlare!!!!!

    RispondiElimina
  22. anonimo:hai proprio ragione non è bellissima,ma visto che è il secondo anno che la faccio con il tempo migliorerò...non nasco con la presunzione di essere arrivata ma con la voglia di crescere.Grazie per la critica questa contribuirà nella mia crescita:)Buona domenica!!!

    'Le ricette dell'Amore Vero' di Claudia Annie:grazie!!!

    Anonimo:grazie!!!come dici bene tu io miro alla qualità,per quanto riguarda l'aspetto cerco di curarlo al meglio:)

    RispondiElimina
  23. Ciao ragazzi e buona domenica!un bacione alla bimba!

    RispondiElimina
  24. Roberto da Messina:la tua proposta mi entusiasma lasciami un tuo indirizzo mail dove poterti rispondere

    RispondiElimina
  25. ciao ragazzi ma mi sorprendete sempre??? Bravissimi, anche a catania vanno alla grande!! Fortunati chi li riceveranno!! Buona domenica!!!

    RispondiElimina
  26. roberto da messina30 ott 2011, 21:39:00

    Certamente!, Ti ho appena mandato un'email... buona serata.

    RispondiElimina
  27. Meraviglia delle meraviglie, stupore dello stupore, suonino le trombe e... viva la frutta di martorana, orgoglio della Sicilia.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...